Everybody goes to Milano

Noi lo diciamo da sempre e adesso l’ha confermato anche il New York Times con il video virale “36 ore a …”: Milano è la città da visitare nel 2015. Seguendo la gigantesca onda di Expo, appuntamento che sta facendo tremare il capoluogo da qualche anno e che sta rivoluzionando viabilità e sembianze alla città, abbiamo deciso di raccontarvi 10 posti nascosti di Milano. Sono 10 posti pensati sia per i turisti, ma anche (e forse soprattutto) per i milanesi, per chi cerca qualcosa fuori dai grandi canali, per chi è curioso, per i buongustai, e per chi ha voglia di uscire dal quadrilatero e scoprire tutto quello che ha da offrire Milano, anche un po’ più lontano dal centro.

SOTTERRANEI del CASTELLO SFORZESCO – Per i curiosi
Avete mai pensato a quanti strati costituiscono una città? In Italia soprattutto e a Milano anche. Ad esempio nel mezzo di Piazza Missori c’è la cripta di una chiesa romanica, oppure sotto al Castello Sforzesco c’è un intero percorso di cunicoli una volta utilizzati dai soldati. E’ una parte della città meno conosciuta ma che sicuramente vale una visita. La “Strada coperta della Ghirlanda” segue tutto il perimetro esterno del Castello sotto il livello del suolo del Parco Sempione: racconti, leggende e fantasmi aspettano tra quelle mura.

OFFFI – Per riappacificarsi con la natura
Nasce tutto dalla passione smisurata per fiori e piante di Mario. Da Offfi ci si trova in un luogo che è difficile definire ma che, comunque riesce a lasciare tutti piacevolmente conquistati, anzi stregati. E’ un ricovero per piante esigenti, ma anche una boutique di oggetti eccezionali e arredi ricercati. Tutto, da Offfi, parla un linguaggio esclusivo e curato e passare qualche minuto qui vi farà ritrovare il velore del bello.

VIGNA di LEONARDO DA VINCI – Per i nostalgici
Avete letto bene, anzi benissimo. Leonardo da Vinci ricevette in dono da Ludovico il Moro una vigna come ricompensa per aver realizzato il Cenacolo. La vigna non ha avuto certo vita facile: nei secoli sembrava si fosse definitivamente persa. Dopo 11 anni di lavoro, l’enologo Luca Maroni insieme a un tema dell’Università di Agraria ha ritrovato e reimpiantato le viti identiche alle originali appartenute a Leonardo. Passate di mano in mano, scampate alle guerre e agli incendi peggiori, infine le mani dell’architetto Piero Portaluppi ne hanno salvate alcune e ora hanno riconquistato il loro spazio: la Casa degli Atellani in Corso Magenta 65. Per gli interessati, si tratta di Malvasia.

DULCIS IN FUNDO – Per il brunch come a casa
A volte capita di chiedersi se non sia davvero casa loro. L’atmosfera così accogliente e rilassata, l’arredamento che ricorda cucine dove tutti almeno una volta abbiamo pranzato con la famiglia fanno sì che entrando al Dulcis in fundo venga quasi spontaneo togliersi le scarpe e accoccolarsi sul divano. Per fortuna il tavolo del buffet preparato ogni sabato peril brunch catturerà completamente la vostra attenzione evitandovi sgradevoli situazioni imbarazzanti.

GOOD MORGAN – Per chi cerca un rifugio
Pensavamo che qui non sarebbero mai arrivati e invece lentamente anche a Milano aprono caffetterie in stile americano. Per fortuna c’è chi reagisce e decide di aprire un bar raccolto, allegro e molto confortevole. Se cercate un posticino dove rintanarvi, Good Morgan fa per voi. E’ pensato per tutti, da chi vuole leggere un libro (date un’occhiata alla zona Book Crossing) con un cappuccino, a chi vuole fare due chiacchiere con un amico con un’ottima musica di sottofondo, e anche per i più piccoli che possono usare le matite colorate del bar e liberare la loro fantasia.

BLITZ – Per gli indecisi
2.600 metri quadrati in Bovisa, quartiere storico a nord ovest di Milano. Qui, da Blitz, il design convive con il modernariato e l’antiquariato, passando dalla credenza della nonna all’oggetto più raro, agli arredi per negozio e ufficio, ai giocattoli, fino ai gioielli e argenti, ma anche vinili e lampadari e abbigliamento vintage. Insomma, da Blitz c’è praticamente tutto. Lo riconoscete perché si trova in un edificio industriale caratterizzato da una spettacolare rampa elicoidale esterna. Da vedere anche senza comprare nulla. Poi tanto qualcosa si compra sempre.

ZINC – Perché bisogna saper bere bene
Lo Zinc (da leggersi alla francese) è un cocktail bar come ce ne sono pochi. Lo stile supera decisamente i confini italiani e assomiglia di più a quello dei locali dall’anima post industriale di Barcellona o di Amsterdam. Qui, i cocktail sono creati con maestria, materia prime di qualità e qualcosina home-made. Seduti al bancone, di zinco appunto, potete lasciarvi ispirare dai nomi dei cocktail inventati dalla casa oppure lasciarvi consigliare. Di solito non ne sbagliano una.

CICCO SIMONETTA – Per chi mangia cultura
Se chiedete a un milanese cos’è per lui il Cicco, vi risponderà che è casa. I clienti più abituali scendono dai loro monolocali di zona per fare due chiacchiere con gli amici, ascolare jazz live o assistere a performance di teatro, cabaret. Il Cicco Simonetta è sicuramente un luogo dove la cultura viene prima di tutto, subito dopo ci sono le risate e una birra alla spina.

ORCOCICLI – Per rimanere al passo
“Bici di oggi fatte come quelle di ieri per durare anche domani”. Tutta la filosofia è dentro a questa frase, ma il lavoro che c’è dietro va molto molto oltre. Le bici che escono da questo laboratorio sono cucite addosso alla persona. Una bici bespoke si potrebbe dire: tutto costruito a mano a seconda dei gusti e delle necessità. La qualità di Orcocicli la riconosci per strada.

TOASTERIA MI CASA – Per gli illusi
Mettetevi comodi e datevi tempo per scegliere quello che più vi si addice. Il menù della Toasteria Mi Casa, da poco rinnovato in uno spazio più grande ma sempre dal sapore casalingo, vi lascerà senza parole. Se pensate che un toast sia sempre uguale a se stesso, questo è il posto giusto per ricredervi.

www.goodmorgan.it
www.dulcisinfundo.it
www.blitzbovisa.com/shop
offfi.com
www.orcocicli.com
www.micasatoasteria.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑