Isole Galàpagos. Viaggio alle origini

Ci sono luoghi al mondo che appartengono a una categoria particolare. Sono quei luoghi di cui si sente parlare, di cui si vedono documentari o si leggono libri, sono luoghi di cui si sono viste fotografie scattate da altri e difficilmente da noi. Sono destinazioni che capita di usare nei discorsi come esagerazioni, volute chiaramente, come a voler puntare la bussola sempre un po’ più in là.

12141786_10153039878051751_6165279183367630431_n

Non è che siano più belli di altri o più interessanti, è che ci hanno insegnato a pensare che siano straordinari, lontani dalla realtà metropolitana che vediamo tutti i giorni. Sono luoghi speciali, che finché non vedi con i tuoi occhi rimangono lì, nell’immaginario. Qualche esempio? Timbuktu, Honolulu, Acapulco, Kathmandu. Solo per dirne alcuni. Tra questi da aggiungere sicuramente l’Arcipelago delle Galàpagos. E’ un viaggio che fa respirare, perfetto per chi vive di natura, ma non solo, per chi ha una predilezione per il mare, ma ci sono anche montagne da scalare.

945dbf_4408df16a03749a4adc32294289757c3-mv2_d_3072_1728_s_2

Un mondo remoto, regno di una fauna strabiliante e una flora eccezionale, dove l’uomo conta davvero poco. Camminando per i sentieri, nuotando nelle grotte, navigando tra la lava, scalando i vulcani, immergendosi fino al blu più nero, sopra e sotto le onde dell’oceano, la quantità e la varietà delle specie lascia senza parole. Leoni marini, tartarughe di mare e di terra, fenicotteri, squali, mante, stelle marine dai colori incredibili, pesci di ogni forma e dimensione, iguane, uccelli e granchi. Se è vero che l’uomo è l’animale più facile all’abitudine, qui non succede. Le forze della natura si concentrano tutte in questo angolo di mondo, le sensazioni, spostandosi da un’isola all’altra, sono di ammirazione, meraviglia, paura e stupore. Non stupisce che Darwin si sia innamorato di queste terre e che qui abbia scritto le sue teorie scientifiche.

945dbf_130fb1fd42ab434d8b123b6fd43c7dfd-mv2_d_1473_1711_s_2

Non pensate di riposarvi, potete andare sulle spiagge delle Barbados per questo, non pensate di visitarle da osservatori, potete rimanere sul vostro divano a guardare National Geographic. Non pensate neanche di essere pronti, la natura è molto più sorprendente di quanto crediate. Questo viaggio, anche se siete animali urbani, colpirà la parte ancestrale di voi e vi farà riconoscere tutta la potenza della natura e ne rimarrete innamorati.

 

Qualche consiglio:

Santa Cruz è l’isola da cui normalmente inizia e finisce qualsiasi viaggio alle Galapagos. A 10 minuti di barca dalla molto più piccola Baltra che ospita l’aeroporto, quest’isola è la più abitata. Dopo che vi sarete abituati alle altre, tornare qui potrebbe darvi addirittura fastidio. Da Puerto Ayora partono tutte le visite giornaliere per mete minori completamente disabitate dall’uomo: Bartolomè, Plazas, Seymour, Santa Fè. Verso sera sedetevi su una panchina di fronte al mercato e godetevi la lotta tra cormorani, leoni marini e iguane per il miglior avanzo di pesce. In fondo al paese, per i più scrupolosi c’è la Stazione Darwin.

San Cristobal, piccola e più accogliente, è forse l’isola migliore per fare surf. Naturalmente insieme ai leoni marini. Da qui partono molte escursioni per scuba divers diretti soprattutto al Leon Dormido, molto popolato dagli squali martello.

Isabela è l’isola più grande ed è tempestata da ben sette vulcani, alcuni ancora attivi. Non si visita tutta, ma il villaggio di Puerto Villamil nella parte sud (l’unica abitata) merita qualche giorno di sosta. Lungo l’infinita spiaggia bianca, piccoli hotel, qualche ristorante e caffè vi faranno sentire a casa. La miglior aragosta è servita nel ristorante di fronte alla chiesa in piazza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: